Chi è Satoshi Nakamoto? Il personaggio più misterioso del 21 ° secolo

0
2551
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Satoshi Nakamoto - Uno dei personaggi più misteriosi del 21 ° secolo

Nel 2007, l'economia globale è entrata in un periodo di depressione e il crollo della banca mondiale della Lehman Brothers Bank nel 2008 ha innescato la prima crisi economica nel 21 ° secolo.

Seguì una perdita di controllo del mercato azionario e una serie di banche e grandi società fallirono. In questo momento, il nome Bitcoin - Satoshi Nakamoto è apparso per la prima volta.

Proprio nell'ottobre 10, Bitcoin è stato menzionato per la prima volta in un articolo sul protocollo di pagamento peer-to-peer da un personaggio chiamato Satoshi Nakamoto.

Chi è Satoshi Nakamoto?

Sicuramente quando lo ascolterai per la prima volta, penserai immediatamente che questo è un giapponese. Sì, questo è sicuramente un nome giapponese; Ma ironicamente, nessuno osa affermare che il "padre" di Bitcoin sia un giapponese anche se abbiamo il profilo di Satoshi sulla P2P Foundation.

Satoshi Nakamoto
Profilo di Satoshi sulla pagina della P2P Foundation

Perché? Nel fascicolo della P2P Foundation, questa persona sosteneva di essere un uomo giapponese, nato il 5 aprile 4. Tuttavia, alcune persone hanno sottolineato alcuni punti insoliti secondo cui questa persona non è come venire dal Giappone.

Prima di tutto, il white paper e alcuni post successivi sono scritti perfettamente in inglese, come una persona del paese che utilizza l'inglese come lingua madre. In secondo luogo, il suo tempo di riposo è molto diverso da quello di una persona che vive in Giappone.

Un membro del forum Bitcointalk.org ha un nome Stefan Thomas ha indicato le tempistiche di oltre 500 post di Satoshi. Queste tempistiche mostrano che l'autore di Bitcoin non ha pubblicato nulla tra le 2:8 e le XNUMX:XNUMX ora del Giappone.

Quindi perché Satoshi Nakamoto non ha annunciato la sua vera identità? Questa è una domanda interessante; e dopo più di 11 anni dalla nascita di Bitcoin, ci sono state molte teorie che sono venute fuori per rispondere a questa domanda.

Perché Satoshi Nakamoto vuole rimanere anonimo?

La prima ipotesi: evitare di essere "toccati dal governo"

In passato è successa una situazione simile. Nel 1991, Phil Zimmermann - un attivista che voleva offrire ai dissidenti un canale di comunicazione non soggetto a libertà vigilata governativa - ha lanciato il software Pretty Good Privacy (PGP). Questo software consente alle persone di scambiarsi messaggi crittografati.

Tuttavia, il governo degli Stati Uniti ha realizzato il potenziale di questa tecnologia e l'ha confiscata. PGP e Zimmermann sono poi diventati oggetto di indagini penali.

PGP
Phil Zimmermann

L'unica cosa che fa questa tecnologia è consentire a due individui di comunicare senza essere intercettati. Quindi immagina come il governo tratterebbe il creatore di Bitcoin; quando questa tecnologia consente trasferimenti di denaro gratuiti senza bisogno di banche o terze parti. Una tecnologia che tiene il denaro fuori dal controllo del governo.

Ipotesi XNUMX: dovuto essere troppo ricco

Attualmente, si dice che Satoshi possieda più di 1 milione di Bitcoin; o più di 7 miliardi di dollari (calcolati al valore corrente).

Questa è un'enorme somma di denaro; è l'esca agli occhi dei governi (ai fini fiscali) e dei ladri.

Ipotesi XNUMX: Perché è il padre di un sistema anonimo

Bitcoin è un sistema di trading che consente alle persone di fare trading in modo anonimo. E il fatto che il padre anonimo di Bitcoin potrebbe essere un piano per promuovere questa funzione speciale.

Le attività di Satoshi Nakamoto prima di scomparire

  • Agosto 8: il nome di dominio del sito Bitcoin.org è stato registrato da Satoshi o dai suoi colleghi
  • Ottobre 10: Satoshi pubblica il white paper Bitcoin chiamato "Dorian Nakamoto".
  • Successivamente, ha creato il forum bitcointalk e ha pubblicato il primo messaggio con lo pseudonimo di Satoshi
  • 3 gennaio 01: Satoshi sfrutta il primo blocco Bitcoin. Questo blocco si chiama Genesi o blocco numero 2019 con una ricompensa in blocchi di 0 BTC.
  • Satoshi ha lavorato con molti altri sviluppatori per rivedere il codice sorgente fino a metà 2010.
  • Consegnò quindi il controllo del repository del codice sorgente e della chiave di avviso di rete a Gavin Andresen. Inoltre, trasferì alcuni nomi di dominio correlati ad alcuni membri importanti della comunità e poi scomparve.
  • Durante quel periodo, ha dichiarato di aver iniziato a scrivere codice Bitcoin nel 2007.

Si dice che i personaggi siano Satoshi Nakamoto

Primo personaggio: quattro grandi ragazzi in tecnologia

Forse troverai questo bel "mito" e molto improbabile che accada. Ma quando combini i nomi di queste società, leggerai il nome Satoshi Nakamoto

Satoshi Nakamoto

Secondo personaggio: Dorian Nakamoto 

Dorian Nakamoto

Si dice che Dorian Nakamoto sia Satoshi Nakamoto grazie a un articolo di marzo 3 di Newsweek.

L'articolo ha suscitato scalpore nella comunità delle criptovalute perché era la prima volta che una pubblicazione mainstream stava cercando di scoprire l'identità del creatore di Bitcoin.

In particolare, la giornalista Leah McGrath Goodman ha identificato Doros Prentice Satoshi Nakamoto come il creatore di Bitcoin. Questo giapponese vive in California

Leah ha fornito una serie di prove per dimostrarlo. Tra questi, la prova più preziosa è che ha posto domande relative a Bitcoin in un'intervista dal vivo e Dorian ha risposto:

Non sono più coinvolto in questo e non posso discuterne. Sono stati trasferiti ad altri. Ora sono responsabili per loro. Non ho più connessioni.

Tuttavia, Dorian ha negato la connessione con Bitcoin. Ha detto di aver frainteso la domanda del giornalista e di non aver mai sentito parlare della valuta prima.

Ma sorprendentemente, l'account di Nakamoto ha pubblicato il primo messaggio dopo cinque anni, affermando:

Non sono Dorian Nakamoto.

Un'azione che in seguito, quando molte persone si sono espresse come Satoshi Nakamoto, il proprietario di questo account non sembrava negare.

Il terzo personaggio: lo scienziato informatico deceduto - Hal Finney

Hal Finney

È noto che Finney è il vicino di Dorian Nakamoto. È anche uno dei primi membri del progetto PGP che Blogtienao ha menzionato nella sezione"La prima ipotesi: evitare di essere" toccati dal governo ". Ciò indusse molte persone a sospettare che Finney avesse preso in prestito il nome del suo vicino per nascondere la sua vera identità.

Inoltre, è stato uno dei primi ad avere una visione positiva del sistema monetario Bitcoin; un liberale con una mente estremamente intelligente ...

Secondo l'analisi dell'analista di Forbes Andy Greenberg, Finney è il personaggio più probabile di Satoshi Nakamoto di tutti i candidati.

Tuttavia, dopo aver mostrato a Finney alcune e-mail tra lui e la storia del portafoglio di Nakamoto e Bitcoin (inclusa la prima transazione Bitcoin inviata da Nakamoto a Finney); Greenberg concluse che non era il padre di Bitcoin.

Hal Finney è deceduto il 28 agosto 8 a causa della sclerosi laterale amiotrofica unilaterale (SLA).

Ma proprio questa morte rafforza l'idea di essere il padre di Bitcoin. Perché da allora, circa 1 milione di BTC non è stato spostato al giorno d'oggi.

Quarto personaggio: Craig Wright

Craig Wright

Si può dire che questo è il personaggio che provoca più rumore tra tutti i candidati. Secondo un profilo di Wikipedia, Craig Wright è un esperto di computer australiano, scienziato e uomo d'affari.

Tutto è iniziato a novembre 11. A quel tempo, il sito Gizmodo ha ricevuto un'e-mail anonima da un individuo; disse che Craig Wright era il creatore di Bitcoin.

Wired e Gizmodo hanno successivamente aperto due indagini e hanno concluso che Wright potrebbe essere Satoshi.

Tuttavia, il rapporto di cui sopra ha sollevato dubbi su Wright in realtà è solo una frode.

In particolare, due ore dopo che Wried ha rilasciato il rapporto, la polizia federale australiana ha fatto irruzione nella casa di Wright a Gordon, nel Nuovo Galles del Sud, parte di un'indagine delle autorità fiscali australiane.

A partire dal 2 maggio 5, la BBC e The Economist hanno pubblicato articoli in cui si diceva che Wright firmasse i messaggi digitali usando le chiavi crittografiche generate durante i primi giorni dello sviluppo di Bitcoin.

Queste chiavi sono strettamente collegate ai blocchi Bitcoin che sono stati "estratti" da Satoshi Nakamoto. Lo stesso giorno, un articolo sul sito drcraigwright ha pubblicato un messaggio firmato crittograficamente allegato ad esso.

Tuttavia, il ricercatore di sicurezza Dan Kaminsky in seguito scrisse sul suo blog che Wright era solo un imbroglione; e lo sviluppatore di Bitcoin Jeff Garzik concorda anche sul fatto che le prove fornite pubblicamente da Wright non dimostrano nulla.

Wright ha semplicemente riutilizzato la vecchia firma da una transazione Bitcoin effettuata nel 2009 da Satoshi.

In precedenza, in un'intervista con la BBC, Wright aveva promesso di presentare "prove straordinarie per una richiesta speciale". Finora, tuttavia, non ha fornito alcuna prova valida del suo copyright al white paper di Bitcoin.

Un altro post su Cointelegraph ha anche dimostrato che Craig Wright non è Satoshi Nakamoto. Di conseguenza, nei suoi articoli, Craig ha rivelato debolezze nella grammatica e nel vocabolario. Questo non è lo stesso di quello che Satoshi ha mostrato nel White paper di Bitcoin.

Più seriamente, nelle sue dichiarazioni compaiono spesso anche errori di base della sicurezza del sistema.

A maggio 5, Wright ha iniziato a minacciare di citare in giudizio persone che hanno detto che non era il padre di Bitcoin e che lo hanno definito una truffa. Tra loro ci sono Vitalik Buterin - fondatore di Ethereum; Roger Ver - uno dei primi sostenitori di Bitcoin; e Peter McCormack, un podcaster.

Oltre ai personaggi di cui sopra, ci sono ancora alcuni altri nomi sospettati di essere Satoshi Nakamoto: Nick Szabo, David Lee Chaum, Vincent van Volkmer o persino intelligenza artificiale (AI).

La 44a persona più ricca votata da Forbes

Anche se anonimo, ma Satoshi è davvero uno dei miliardari del mondo. Nel 2017, quando il prezzo di BTC raggiunse il picco vicino ai $ 20.000, Forbes inserì Satoshi Nakamoto nell'elenco delle 50 persone più ricche del mondo quell'anno.

E con una presa di 1 milione di BTC, Satoshi Nakamoto sarà sicuramente ancora un personaggio "favorito" dai media per scoprire la vera identità di uno dei personaggi più misteriosi del 21 ° secolo.

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario
Scambio affidabile di Binance

COMMENTI

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito Web utilizza Akismet per limitare lo spam. Scopri come vengono approvati i tuoi commenti.